Qual è la relazione tra il duodeno e il giunio?

La relazione iniziale tra il duodeno e il digiuno è che entrambi sono inclusi come sezioni dell’intestino tenue. Oltre la relazione anatomica, entrambe le sezioni dell’intestino tenue lavorano insieme per aiutare a digerire il cibo e ad assorbire i nutrienti. Inoltre, il duodeno e il jejunum condividono alcuni degli stessi marker anatomici, come le pieghe e i microvilli.

Parte del sistema gastrointestinale, l’intestino tenue è una parte vitale del processo digestivo. Situato nella cavità addominale, l’intestino tenue si estende dal piloro, la valvola di svuotamento dello stomaco, fino alla valvola colica, che si collega all’intestino crasso. Tre segmenti, tra cui l’ileo, il digiuno e il duodeno, costituiscono l’intestino tenue.

La parte più breve e più ampia dell’intestino tenue è il duodeno. Questa sezione è responsabile della ricezione di cibo già elaborato dallo stomaco. Inoltre, i fluidi digestivi e gli enzimi del pancreas e del fegato entrano nel duodeno attraverso lo sfintere di Oddi. La combinazione dei succhi digestivi e delle caratteristiche anatomiche del duodeno, come le pieghe e le piccole proiezioni, favorisce un’ulteriore digestione dei sottoprodotti dello stomaco e consente l’assorbimento dei nutrienti.

Mentre l’intestino tenue continua, la relazione tra il duodeno e il digiuno diventa chiara. Il digiuno rappresenta la parte dell’intestino tenue che collega il duodeno all’ileo. In particolare, il digiuno continua il processo di assorbimento dei nutrienti assorbendo i grassi e altri nutrienti dal contenuto trattato dal duodeno.

Il processo di digestione del duodeno e del digiuno è simile, tuttavia, la consistenza dei contenuti che passa attraverso varia. Ad esempio, quando il cibo passa tra il duodeno e il digiuno assume una consistenza più liquida. L’obiettivo del processo digestivo è di consentire all’intestino tenue di assorbire tutti i nutrienti possibili, facendo in modo che il liquido rimanente passi attraverso l’ileo nell’intestino crasso per un’ulteriore elaborazione.

Entrambe le sezioni dell’intestino tenue, il duodeno e il digiuno presentano differenze e somiglianze anatomiche. Il duodeno inizia con una fodera liscia e poi si trasforma in una fodera caratterizzata da pieghe e piccole proiezioni, denominate villi e microvilli. Queste pieghe e proiezioni continuano lungo il digiuno per aiutare a continuare il processo digestivo. Altre caratteristiche di entrambe le sezioni dell’intestino tenue includono il muco per aiutare a lubrificare il contenuto e i vasi sanguigni, che aiutano a trasferire i nutrienti al fegato. Questo trasporto di nutrienti al fegato avviene attraverso la vena porta epatica.