Qual è la materia bianca?

Il sistema nervoso centrale è composto da molti fattori, ma il più importante è il cervello e il midollo spinale. La sostanza bianca compone parti del cervello e del midollo spinale e facilita la comunicazione tra la materia grigia e il resto del corpo. Può essere trovato negli strati interni della corteccia, nei nervi ottici, nelle parti centrali e inferiori del cervello e nel midollo spinale.

La materia bianca è costituita principalmente da assoni di cellule nervose e piene di mielina, che è un materiale grasso biancastro. Deriva il suo nome dal suo aspetto cromatico, che è bianco quando esposto. Funziona con la materia grigia, una parte non-mielinizzata del cervello responsabile dell’invio di stimoli sensoriali e motori al sistema nervoso centrale per creare una risposta. Un’analogia di come i due tipi di argomenti funzionano insieme è simile a come l’unità di elaborazione centrale e i cavi di un computer lavorano insieme. In questa analogia, la materia grigia è la CPU e la materia bianca i cavi che collegano la CPU ad altre parti.

Fino a poco tempo fa, scienziati e ricercatori medici non ponevano una grande enfasi sulla materia bianca. Tuttavia, quando condizioni come la demenza e il morbo di Alzheimer sono diventati più evidenti, è diventato di interesse per i ricercatori. La materia bianca malata può danneggiare il sistema nervoso centrale, proprio come i cavi spezzati o in cortocircuito potrebbero creare problemi con una rete di computer.

Una malattia che è prevalentemente associata alla sostanza bianca è la sclerosi multipla (SM). La maggior parte delle lesioni associate a SM si verificano a causa dell’infiammazione che causa la distruzione della mielina che circonda gli assoni.

Anche se molto è ancora sconosciuto sul cervello e su molte malattie neurodegenerative, i progressi nell’imaging medico stanno gradualmente migliorando la capacità di studiare la sostanza bianca e trovare collegamenti interrotti e danni o malattie in queste regioni del cervello.