Qual è il tratto respiratorio inferiore?

Insieme al tratto respiratorio superiore, il tratto respiratorio inferiore costituisce l’apparato respiratorio. In ordine decrescente, inizia con la trachea, che è anche conosciuta come la trachea. La trachea si divide in due bronchi principali, e uno bronchi ciascuno entra in uno dei due polmoni. Quando i bronchi si diramano e diventano più piccoli nei polmoni, alla fine consentono lo scambio di gas. Il sito dello scambio di ossigeno e anidride carbonica è noto come zona respiratoria.

Nella parte superiore del tratto respiratorio inferiore è la trachea. Collega la laringe sopra di esso ai bronchi principali. È un tubo flessibile e flessibile che può allungarsi con i movimenti del collo. Ha anche una serie di robusti anelli di cartilagine che impediscono il collasso durante la respirazione. Questo potrebbe altrimenti accadere a causa dei cambiamenti nella pressione dell’aria che muovono l’aria dentro e fuori i polmoni.

I due principali bronchi si staccano dalla trachea. Ognuno trasporta l’aria in un polmone separato. Insieme formano la testa di quello che viene chiamato l’albero bronchiale. L’albero bronchiale contiene una rete di bronchi sempre più piccoli che dapprima si dividono dai bronchi principali. Alla fine finiscono in strutture chiamate bronchioli, che sono estremamente piccoli.

I bronchioli sono quasi la parte più piccola del tratto respiratorio inferiore. All’estremità più lontana e più piccola dell’albero bronchiale ci sono gli alveoli. Questo è il luogo in cui l’ossigeno dell’aria penetra nel sangue e il biossido di carbonio passa negli alveoli pieni d’aria. Qui questi gas passano dentro e fuori attraverso vasi sanguigni estremamente piccoli esposti all’aria.

I polmoni sono responsabili per l’aria in movimento nel tratto respiratorio superiore e inferiore. Attirano l’aria quando i muscoli contrari li fanno espandere. La differenza nella pressione dell’aria che risulta provoca l’aspirazione di aria nei polmoni. Dopo l’espansione, si ritirano naturalmente prima del successivo respiro interiore.

Le basse vie respiratorie possono essere influenzate da un numero di malattie e disturbi. La bronchite cronica ha un effetto negativo sul normale scambio gassoso e si riscontra soprattutto nei fumatori. La polmonite, causata da virus o batteri, può seriamente compromettere la respirazione causando l’accumulo di liquidi nei lunghi ed è una causa comune di morte nei malati. La tubercolosi, causata da un’infezione batterica nei polmoni, ha un effetto indebolimento sul corpo attraverso ripetuti sblocchi. L’enfisema è solitamente causato dal fumo ed è contrassegnato da danni permanenti agli alveoli.