Qual è il percorso dell’angiotensina?

La via dell’angiotensina, nota anche come sistema renina angiotensina-aldosterone (RAAS), si riferisce al sistema di regolazione della pressione arteriosa del corpo, che è controllato principalmente dai reni. Ogni volta che c’è una caduta della pressione sanguigna all’interno del corpo, i reni producono un enzima chiamato renina che segnala al corpo di costringere i vasi sanguigni, aumentando il flusso di sangue ai reni. Una serie di altre reazioni chimiche ha luogo con la pressione sanguigna, l’assorbimento d’acqua e la frequenza cardiaca. Si pensa che controllando gli elementi lungo il percorso dell’angiotensina, l’ipertensione possa anche essere regolata.

I calcoli determinano che ogni goccia di sangue nel corpo umano passa attraverso i reni circa 350 volte al giorno. Durante questo processo, i reni filtrano i prodotti chimici e riassorbono l’acqua per mantenere il corretto equilibrio nel sistema biologico. I reni richiedono un alto volume di pressione per mantenere il flusso sanguigno e svolgere questo compito.

Quando la pressione sanguigna cala, i reni rilasciano renina, che reagisce con angiotensinogeno per formare angiotensina I. Quando attraversa i polmoni, l’angiotensina I incontra un enzima di conversione dell’angiotensina (ACE) che lo converte in angiotensina II. L’angiotensina II segnala quindi all’organismo di: costringere tutti i vasi della resistenza del sangue, rilasciare l’ormone aldosterone, che provoca il riassorbimento di acqua e sodio ai reni, rilasciare la vasopressina dell’ormone antidiuretico (ADH) nell’ipofisi, che segnala la ritenzione di liquidi, stimola la sete; norepinephrine, o nor-adrenalina, rilascio e aumentare la frequenza cardiaca.

Quando i livelli di sodio (Na +) aumentano nel flusso sanguigno, il cuore secerne un peptide natriuretico atriale (ANP) che stimola la minzione e l’escrezione di sodio. Questo peptide inibisce anche la secrezione di aldosterone, renina e vasopressina. Questo funziona come un controllo contro l’attività ipertensiva del rene, ma pone anche ulteriore sforzo sul cuore.

I farmaci che tentano di controllare l’ipertensione includono ACE-inibitori, bloccanti dei recettori dell’angiotensina, inibitori della renina e antagonisti dei recettori aldosterone. Sebbene sia stato raggiunto un certo successo nella regolazione della pressione arteriosa con questi farmaci, non si capisce molto dei meccanismi complessi e dell’autoregolamentazione del corpo. In molti casi, un’applicazione che produce un effetto desiderato creerà una serie di reazioni che hanno effetti dannosi. Alcuni inibitori ACE sono stati implicati nel danno cardiaco.

La via dell’angiotensina è solo uno dei molti complessi sistemi chemioelettrici e biologici del corpo. Mentre si è imparato molto su come funzioni il corpo umano, è necessaria più conoscenza. Nel frattempo, il metodo più semplice e più efficiente per una corretta regolazione di tutti questi sistemi, inclusa la via dell’angiotensina, rimane una dieta sana e un corretto esercizio.